Cosa mangiare per migliorare la salute dellintestino dopo gli antibiotici L'alimentazione «probiotica» contrasta gli effetti collaterali dei farmaci più usati in inverno

Cosa mangiare per migliorare la salute dellintestino dopo gli antibiotici. Rimedi per la diarrea da antibiotici | Nathura

Tali cibi sono: yogurt con fermenti lattici vivi, crauti, tè kombucha, kimchi, tempeh, natto, miso, kefir, e altri.

Ecco una lista di possibili cause della formazione del fastidioso muco: reazioni allergiche causate da corpi estranei o sostanze irritanti infezioni virali e batteriche come raffreddore, influenza e sinusite bronchite acuta e cronica.

Di conseguenza, la fibra alimentare contribuisce a ripristinare una corretta flora batterica dopo una cura a base di antibiotici. Quest'azione protettiva della microflora intestinale viene meno quando la popolazione batterica "amica" viene decimata dall'effetto battericida della terapia antibiotica; di conseguenza sale il rischio che specie patogene colonizzino l'intestino crasso provocando fenomeni infiammatori coliti accompagnati da diarrea.

  • Flora batterica intestinale: come riequilibrarla nel modo corretto
  • Basta mangiare yogurt?
  • Per ovviare a questo problema si possono assumere integratori multivitaminici e multiminerali.

Analogo discorso per altre specie batteriche, fungine, e parassitarie, come C. Sono, invece, sconsigliati, in generale tutti gli alimenti ricchi di fibre vegetali grezze e di scorie, in quanto accelerano il transito e lo svuotamento intestinale. Dunque è bene evitare: pane integrale, mollica di pane bianco alimenti a base di farine integrali ortaggi e verdure crudi: broccoli, carcioficavoli, ceci, cime di rapa, cipolla, fagioli, fave, lenticchie, piselli, ravanelli, sedano.

Uno di questi è, senza dubbio, il riso. Bollito o cotto al forno pilaf il riso è un carboidrato complesso che reintegra l'energia e si digerisce senza pancia gonfia e dolorante cosa mangiare ulteriormente lo stomaco. A livello intestinale, il riso va anche a bloccare eventuali episodi di dissenteria "da antibiotico".

Schiarire in modo naturale i capelli scuri

La flora batterica intestinale svolge, inoltre, altre importanti funzioni: favorisce la digestione e il corretto assorbimento degli alimenti; produce alcune vitamine, soprattutto vitamina B12 e vitamina K; aiuta a prevenire disturbi quali diarreastitichezza e sindrome del colon irritabile ; interviene nel metabolismo della bilirubina e degli acidi biliari; produce alcuni aminoacidi. Una volta guariti, la flora batterica intestinale comincerà a salute intestinale e salute mentale progressivamente. Tra questi ci sono i cibi fermentati come alcuni formaggi, alcuni yogurt, il latte fermentato, i crauti, il tè Kombucha o il kimchi, che è un piatto coreano di verdure fermentate che sta diventando di moda anche da noi.

Curare fegato steatosico

Questi alimenti contengono infatti alcune specie detox con sedano pulizia fegato reni buoni che possono correre in aiuto a chi sta assumendo antibiotici.